Views: 78

C’è voglia di tornare a brillare e vincere in casa Zena Montecelio, con la squadra rossoblu che piazza un altro grandissimo colpo, questa volta in attacco: Pietro Petrangeli vestirà la maglia del grifone. L’attaccante classe 1987 ha un curriculum che parla da se, non ha bisogno di presentazioni, ha bisogno dei suoi gol invece lo Zena che con questo colpo mostra tutta la determinazione nello scalare la classifica e tornare nelle posizioni che le competono. Sui canali social del club, Petrangeli ha lasciato le prime dichiarazioni con la nuova maglia.

L’approdo nella nuova squadra, il campionato dello Zena e la concorrenza in attacco

“Ero svincolato da Vicovaro dopo i due anni condizionati dal covid, la precedente esperienza era a Villalba nel 2018. Conoscevo già gran parte dei giocatori e il DS Pannunzi, con cui qualche volta mi incrociavo pure a bordocampo. La società è giovane, fresca, ambiziosa in ogni caso.” Poi l’attaccante prosegue parlando della situazione in campionato dello Zena: “Campionati del genere sono tornei in cui serve tantissima testa e tantissima costanza. Non tutti hanno la testa per reggere e infatti c’è un gran margine per poter scalare posizioni e superare diverse squadre. Tocca rimboccarsi le maniche.” L’attacco rossoblu è un reparto che abbonda di giocatori importanti: “Nessun problema, e anzi: con una squadra che punta al massimo, bisogna avere sempre il massimo. Anche con la sovrabbondanza. Quindi ben venga una concorrenza spietata, e in ogni caso sarà il mister a decidere, consapevoli di remare tutti in un’unica direzione.”

Fonte virgolettato: ASD ZENA – La prima squadra di calcio di Roma ispirata al Genoa CFC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *