Views: 36

Nel debutto assoluto nella massima categoria regionale, il Sant’Angelo Romano è uscito sconfitto in casa contro la Pol. Favl Cimini per 3-2. Sconfitta che però ha fatto arrabbiare i padroni di casa, per via di alcuni episodi discutibili. Abbiamo contattato il capitano degli arancio-rossi Diego Centanni, per sapere il suo punto di vista sulla partita di ieri. Ecco le sue parole per noi di Gol in Rete:

La partita è stata condizionata da una scelta arbitrale oltre che da qualche errore. Ma l’errore ci può stare la domenica. Diciamo che la nostra espulsione era giusta, come doveva essere giusta sul loro numero 7, quando su una mia trattenuta per spezzare un azione di gioco, mi ha dato un pugno da dietro ed è stato punito solo con il cartellino giallo. Visibile sotto gli occhi di tutti, la scelta è stata decisamente sbagliata. Anche perché dopo lo stesso giocatore ha fatto un assist e un gol. Quindi diciamo che si, è stata abbastanza condizionata da questa scelta.

Poi il capitano fa un’analisi della partita: “Al di là di questo, la squadra ha fatto un’ottima gara dimostrando di non essere inferiore a nessuno. Anche in dieci abbiamo reagito bene e abbiamo raggiunto il pareggio. Dovevamo essere un po’ più stabili dietro e più concentrati verso la fine dopo aver fatto il 2-2. Però per il resto abbiamo fatto un’ottima gara.

Domenica c’è subito un’occasione per rialzarsi e Centanni mostra fiducia: “Nella prossima partita possiamo rifarci subito. Con l’Astrea sarà una finale perché noi abbiamo improntato il campionato sulla salvezza, quindi per noi saranno tutte finali. Ne avremo trenta, quindi ogni partita sarà giocata in questo modo.

Poi un pensiero finale sulla rosa arancio-rossa che battaglierà in questo campionato: “Abbiamo una rosa che prevalentemente è composta da giovani. Però con l’apporto di gente d’esperienza, penso che i giovani che abbiamo, non hanno nulla da invidiare a nessun’altra squadra, anzi, per me sono i più forti del campionato. Sono preparati e ascoltano ogni consiglio che gli viene dato.” conclude il calciatore del Sant’Angelo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *