Views: 14

Se c’è una cosa che accomuna tutti gli addetti ai lavori è che il campo manca tantissimo. Non è da meno Giancarlo Lucani allenatore del Sant’Angelo Romano e perno fondamentale di questa squadra. Alla prima stagione nel massimo campionato regionale, gli aranciorossi fin qui hanno dato battaglia e hanno centrato anche il primo successo storico in Eccellenza, contro il Riano. Il mister ha detto la sua sul gruppo, sul campionato e su tanto altro ancora. Ecco le sue parole in esclusiva per noi di Gol in Rete.

La gestione del gruppo in questi mesi senza campo

“A livello calcistico abbiamo fermato tutto perché comunque abbiamo diversi ragazzi che vengono anche da fuori, da Roma, quindi al di là di tutto non ci sembrava il caso di continuare con gli allenamenti. Dopo le feste finalmente si tornerà in campo e ci prepareremo al meglio per questo nuovo inizio.”

Mister Lucani a 360°

“Da amante del calcio mi auguro che si possa tornare a giocare senza interruzioni, però sono molto sincero e realista e penso che sia difficile tornare a giocare ‘normalmente’, anche perché prima del calcio vengono le scuole, le attività commerciali e tutto ciò che è più importante. Poi il calcio senza pubblico per me non è calcio. Non c’è quell’atmosfera, non c’è quel piacere, quell’adrenalina che ti accompagnava sul campo. Stessa cosa vale per le partite che si vedono in televisione con la Serie A e la Champions League, non c’è gusto, però le guardiamo perché siamo innamorati di questo sport. In questa stagione noi giochiamo in Eccellenza per la prima volta, l’abbiamo raggiunta con tanti sacrifici e mi piacerebbe viverla in pieno, qualsiasi sia il risultato che poi decreterà il campo alla fine di tutto. Speriamo si possa tornare alla normalità il più presto possibile.”

L’inizio di stagione del Sant’Angelo Romano

“Abbiamo avuto qualche defezione che ha condizionato il nostro inizio di campionato ma nonostante tutto ce la siamo giocata a testa alta contro tutte le avversarie. Nella prima partita abbiamo fornito una grandissima prestazione contro il Cimini dove abbiamo rischiato di vincerla, salvo poi cedere la vittoria a loro nei minuti finali dopo essere rimasti in dieci. Nella successiva partita in casa abbiamo vinto per la prima volta contro il Riano, mentre nelle due partite in trasferta abbiamo perso contro Astrea e Campus Eur, dove lo dico sinceramente non ci siamo piaciuti per niente. Quando si riprenderà dovremo cambiare sicuramente mentalità, queste prime partite sono servite per capire la categoria.”

Come ripartirà il campionato?

“All’inizio sarà tutta una grande incognita, ci sono squadre che devono recuperare addirittura tre partite, quindi è un po’ presto per dirlo. Tutto dipenderà da come si tornerà in campo fisicamente, perché ricominciare dopo tanti mesi di stop e fare una mini preparazione d’inverno non è come farla in estate, i muscoli potrebbero risentirne e magari ci sarà il rischio di qualche infortunio. Noi ci prepareremo al meglio e cercheremo di farci trovare pronti sin da subito.”

Seguici su golinrete.it per tutte le notizie sul mondo dilettantistico del panorama tiburtino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *