Views: 219

C’è grande entusiasmo nel calcio giovanile, in particolar modo in casa Sant’Angelo Romano. Motivo? La riapertura agli allenamenti liberi, con contatto, alle partitelle di fine allenamento e alle amichevoli. Momenti che mancavano ormai da tantissimo tempo, momenti che tutti i ragazzi e gli addetti ai lavori ormai credevano di non rivedere più nel loro presente.

Che questa nuova partenza sia un vero e proprio nuovo inizio lo sperano tutti ed ad avere fiducia in questo è Marco Ruggeri, allenatore dei 2005 del Sant’Angelo Romano. Il club aranciorosso non ha perso tempo e si è messo subito a lavoro per dare spazio ai propri ragazzi, dimostrando ancora una volta, di tenere molto al proprio settore giovanile.

A mister Ruggeri abbiamo chiesto le prime sensazioni dopo i primi allenamenti senza restrizioni e qual è la sua posizione in merito ai possibili tornei federali per farli tornare in campo. Queste le sue parole in esclusiva per noi di Gol in Rete.

Il ritorno in campo senza restrizioni

“Tornare in campo senza nessuna restrizione è stato entusiasmante. Poter lavorare liberamente ci ha dato la possibilità di confrontarci negli esercizi non più in forma individuale ma collettiva. Questa nuova normativa ha ridato fiducia a tanti ragazzi che stavano per mollare ed invece si sono presentati al campo desiderosi di riprendere da dove avevano lasciato.”

Dopo mesi di buio, ecco la prima amichevole per il Sant’Angelo Romano

“In occasione della prima partita amichevole mi ha colpito positivamente una cosa: alcuni dei miei ragazzi che non vedevo da tre mesi e che per vari motivi non sono riusciti ad allenarsi, mi hanno chiesto di poter sedere in panchina per poter assistere alla partita dei propri compagni.”

Finalmente si vede la luce in fondo al tunnel?

“I primi passi danno segnali positivi, sono fiducioso che la situazione potrà migliorare fino ad arrivare alla normalità.”

Il prossimo passo sono i tornei federali per dare di nuovo competitività ai ragazzi, è la soluzione giusta?

“Si, i tornei federali restituiranno, a mio avviso, il giusto agonismo che è il fondamentale stimolo per affrontare le competizioni sportive.”

Il Sant’Angelo Romano e la vicinanza ai giovani

“I giovani sono il progetto di crescita di ogni società sportiva. Il Sant’Angelo Romano apre a tutti i ragazzi, con allenamenti gratuiti fino al 30 giugno, per dare loro la possibilità di riavvicinarsi al calcio.”

L’appuntamento per tutti i ragazzi dunque è al Fiorentini di Montecelio per tornare finalmente ad inseguire un sogno. Magari con la maglia rossoarancio del Sant’Angelo Romano.

Seguici su golinrete.it per tutte le notizie sul mondo dilettantistico del panorama tiburtino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *