Views: 103

Immagine: New Light Fotolaboratorio – Tivoli

Dopo trentaquattro battaglie in giro per Lazio, Campania e Sardegna, la Tivoli Calcio 1919 è riuscita a centrare la salvezza diretta nel girone G di Serie D. La squadra del patron Serafino Caucci e della Presidentessa Patrizia Diodati, è riuscita a mantenere la categoria dopo una stagione molto travagliata sul piano dei risultati dove, ad un certo punto della stagione, si pensava ad una Tivoli con il futuro già scritto, ma non è stato così. Andiamo ad analizzare ciò che è stata la stagione degli amarantoblu in questo primo anno di Serie D.

GUARDA LA SETTIMA PUNTATA SUL NOSTRO CANALE YOUTUBE!

Tivoli, partenza sprint… e poi?

Tanti cambiamenti ad inizio stagione per i tiburtini, con l’arrivo in panchina di un giovanissimo Francesco Colantoni alla prima esperienza su una panchina dei “grandi” dopo le esperienze con la Juniores Nazionale dell’Ostiamare. Il tecnico comincia bene la sua avventura portandosi avanti in Coppa Italia superando nella prime due uscite: Monterotondo Scalo (2-0) e Cynthialbalonga (1-3). In campionato anche, l’inizio non è male e, nel debutto casalingo la Tivoli supera 1-0 la Lupa Frascati grazie alla rete di Vagnoni nel primo tempo. Nella prima trasferta invece, arriva il primo K.O. stagionale, 2-1 in casa del Cassino che rimonta la rete di De Marco e si prende i tre punti. Al ritorno davanti ai propri tifosi i ragazzi di mister Colantoni rialzano la testa e piegano ancora una volta lo Scalo per 2-0, ultimo successo prima di una lunga striscia di match senza i tre punti per gli amarantoblu.

Dalla domenica successiva contro il Pomezia (0-0) fino alla sconfitta nella gara contro la Palmese (2-0) la Tivoli colleziona 6 pareggi e 4 sconfitte, scendendo dalla terza posizione fino alla quindicesima. Un crollo che costa la panchina proprio a Francesco Colantoni (nel mezzo arriva un’altra vittoria in Coppa Italia per 3-0 sul campo del Roma City) che lascia il timone della squadra a Fabrizio Romondini verso la fine del 2022.

GUARDA LA NUOVA PUNTATA DI GOL IN RETE NEWS

La parentesi Romondini: Tivoli in ripresa!

Con l’arrivo in panchina di Fabrizio Romondini, le aquile amarantoblu sembrano rialzarsi e, dopo essere uscite dalla Coppa con la sconfitta in casa del Sarrabus Ogliastra, il nuovo allenatore centra subito la vittoria in campionato contro il Nola (1-0) grazie al solito Andrea De Marco. La domenica successiva la Tivoli strappa un punto in casa dell’Ilvamaddalena, mentre la domenica successiva all’Olindo Galli stende 1-0 proprio il Sarrabus centrando il terzo risultato utile consecutivo, mettendo in classifica sette punti pesantissimi. La fine del 2022 si chiude con la difficile trasferta in casa di una Paganese lanciata e in piena corsa per la vetta, dove la Tivoli non può nulla e cade 2-0.

Il 2023 per i ragazzi di mister Romondini si apre con il botto: vittoria 2-3 a Frascati contro la Lupa in una gara per cuori forti dove Fall (arrivato a dicembre) segna il primo gol con la nuova maglia, Mastropietro raddoppia e, a pochi minuti dalla fine, Valentini riporta la Tivoli in vantaggio dopo il pareggio dei padroni di casa firmato Persano e Senesi. Tutto fa presagire ad una Tivoli lanciata verso un nuovo inizio ma, la domenica successiva, arriva una brusca frenata in casa contro il Cassino (0-1) che costa caro a mister Romondini che verrà sostituito proprio da Colantoni che torna così di nuovo sulla panchina tiburtina.

Se sei una società e vuoi migliorare la comunicazione di essa, contattaci!

Il Colantoni-bis è un disastro

Il ritorno in panchina del tecnico romano non porta miglioramenti, così come la vittoria. Dal suo nuovo insediamento sulla panchina della Tivoli, la squadra non riesce a centrare la vittoria e anzi, la squadra rispetto alla prima parentesi, non riesce più ad esprimere il bel calcio del girone d’andata. Con Colantoni di nuovo in panchina, gli amarantoblu portano a casa soltanto pareggi (4) e sconfitte (2). Uno score che porta la dirigenza ad allontanare nuovamente il tecnico per non peggiorare ulteriormente la situazione e ritrovarsi a dover commentare a fine stagione una cocente retrocessione.

Carlo Cotroneo, dal campo alla panchina la situazione non cambia: eroe!

Questa volta la scelta della dirigenza amarantoblu cade su Carlo Cotroneo, ex calciatore e capitano proprio dei tiburtini negli anni d’oro di inizio millennio. L’ex capitano, ora allenatore, debutta in casa contro la Casertana dove rimedia una sfortunata sconfitta (2-3). Nelle successiva cinque partite arriva il cambio di marcia in casa Tivoli e il tecnico porta la squadra a centrare quattro vittorie (di cui tre in trasferta) in cinque partite disputate, battendo rispettivamente: Portici, Aprilia, Palmese e Nola. Successi che consentono ai tiburtini di agganciare il nono posto in classifica con una salvezza che ormai sembra lì ad un passo ma, nelle due domeniche successive arrivano due K.O. pesanti.

In tutto il campionato le squadre sarde sono state sempre molto indigeste alla Tivoli con un bottino che fino a quel momento era di una vittoria, quattro pareggi e una sconfitta. La musica non cambia e, alla terzultima di campionato, al “Galli” arriva l’Ilvamaddalena che centra il colpaccio e stende Capodaglio e compagni per 1-0. Una sconfitta che verrà accompagnata alla domenica successiva, dal 4-3 in casa del Sarrabus che inguaia la Tivoli a dei play-out quasi certi.

L’apoteosi tiburtina

L’ultima giornata è quella del tutto per tutto con la Tivoli che si gioca la salvezza davanti al proprio pubblico contro la prima della classe: la Paganese. Campani che arrivano all’Olindo Galli forti del primo posto e accompagni da circa 500 tifosi pronti a festeggiare la promozione in Serie C. Promozione che vedrà sfumare sotto i colpi di una grandissima Tivoli grazie alle reti di Fall, Mastropietro e Coquin, con quest’ultimo che, entrato nella ripresa, spacca la partita con due assist ed un gol. Finisce 3-1 per i tiburtini che centrano negli ultimi novanta minuti una salvezza incredibile. Una salvezza che ad un certo punto della stagione sembrava un miraggio, ma che ora è realtà.

GUARDA LA SETTIMA PUNTATA SUL NOSTRO CANALE YOUTUBE!

Tivoli, i numeri della stagione 2022/2023

In questa stagione la Tivoli Calcio 1919 ha concluso il proprio campionato con 41 punti, 24 ottenuti in casa e 17 in trasferta, frutto di dieci vittorie, undici pareggi e tredici sconfitte. Amarantoblu che, in termini di gol fatti e subiti, conclude la stagione con il quindicesimo attacco del girone (36 gol fatti) e con la quinta difesa del campionato (39 reti subite), solo dietro a Sorrento, Vis Artena, Paganese e Lupa Frascati. Il gruppo ha fatto la differenza con ben quindici calciatori andati a segno durante le trentotto partite disputate. Il capocannoniere della squadra alla fine è stato Ameth Fall con 7 centri, seguito da Alan Mastropietro (6) e Andrea De Marco (5).

Leggi tutte le notizie su golinrete.it e seguici su tutti i nostri social: Facebook e Instagram, per rimanere aggiornato sul mondo dilettantistico del panorama tiburtino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *